N. 62 - Casa Vacanza Le Taverne - 52
 
 
                                   
                                   
Via nazionale, Pollica (SA)
Telefono: ++39 +974 904630 - 339 2664417
E-Mail: info@letaverne.it
Descrizione struttura
Situata a 200 metri dal mare, la Casa Vacanze Le Taverne è una nuovissima struttura costituita da otto appartamenti completamente autonomi e con ogni tipo di comfort.
Realizzati secondo una moderna concezione, presentano colori freschi e vivaci, scelti per rendere rilassante ed accogliente il soggiorno nel Cilento.
Gli archi costituiscono un riferimento architettonico costante, una scelta elegante e un ideale collega-mento alle costruzioni tradizionali dei centri storici cilentani.
Esistono due tipologie di appartamenti entrambe composte da una camera con letto matrimoniale, due bagni e un ampio soggiorno-cucina.

La prima soluzione è attrezzata con un divano letto per un totale di 4 posti, mentre la seconda con due divani letto per un totale di 6 posti.

Ciascun appartamento dispone di tv satellitare e condizionatore sia nel soggiorno che nella camera da letto e di un ampio giardino immerso nel verde, ideale per momenti di relax e per piacevoli "bagni di sole".
Località e dintorni
Acciaroli si trova sulla costa tirrenica (Costiera Cilentana) ed è la maggiore frazione del Comune di Pollica, in provinca di Salerno, e sede portuale comunale.

Conserva una chiesa del XII secolo dedicata alla Santissima Annunziata, un convento Francescano del 1565 ed una torre di avvistamento Normanna.

Per alcuni periodi del 1952, durante i suoi viaggi italiani, vi soggiornò il Premio Nobel Ernest Hemingway.

Acciaroli ottiene, da numerosi anni, per la qualità delle sue acque, le "5 Vele" di Legambiente e la Bandiera Blu delle spiagge. Ciò le ha dato una discreta notorietà incrementando notevolmente il flusso turistico estivo. La località si trova inoltre nell'ambito del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Il nome Cilento tradizionalmente si fa derivare da "cis alentum", ovvero "al di là dell'Alento"; così i romani nominarono il territorio compreso tra il fiume Solofrone e l'Alento. Nell'antichità fu abitato dai Lucani e, in alcune zone della fascia costiera, dai greci; proprio di questi restano preziose testimonianze negli insediamenti di Velia e della vicina Paestum.

Il territorio cilentano oggi è salvaguardato all’interno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e tutelato dall’UNESCO come "Patrimonio Mondiale dell’Umanità".

Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, secondo parco in Italia per dimensioni, si estende dalla costa tirrenica fino alle pendici dell'appennino campano-lucano e conserva un patrimonio natu-ralistico eterogeneo.

Dominato prevalentemente dalla macchia mediter-ranea, il paesaggio del Parco del Cilento alterna lunghi tratti di pinete costiere a grandi aree boschive verso l'entroterra. Il litorale del parco è invece caratterizzato da insenature, piccole spiagge sabbiose, numerose calette di ciottoli e promontori dominati da antiche torri. Splendido il mare e tutte le località costiere, tra cui spiccano i borghi di Acciaroli, Palinuro, Marina di Camerota.

Il Cilento è anche cultura: oltre ai già citati insediamenti di Paestum e Velia, non è possibile dimenticare la celebre Certosa di San Lorenzo a Padula, vera "galleria d’arte" con la Chiesa dal portale rinascimentale, la Sala del Capitolo, la Cappella del Tesoro, la preziosa Biblioteca, lo Scalone ellittico e il suggestivo Giardino della clausura.